Informazioni su Anna Meldolesi

science writer

Taglia-e-cuci del DNA: è sessismo?

“Cucire. Cucinare. Impastare. Questi e altri verbi mutuati dall’esperienza storica delle donne nella gestione della casa vengono spesso applicati nel discorso pubblico ad azioni che niente hanno a che fare col cibo o il rammendo, ma che vi vengono ricondotte solo perché a compierle è una donna”, scrive Michela Murgia in un passaggio dedicato all’invenzione di CRISPR nel libro Stai zitta e altre nove frasi che non vogliamo sentire più (Einaudi 2001).

Continua a leggere

CRISPR su 7-Corriere della sera

Un bel dialogo con la bioeticista Chiara Lalli, intorno al mio libro (di cui è uscita l’edizione aggiornata) e all’evoluzione-rivoluzione dell’editing. Il titolo mi piace particolarmente perché, se un magazine come 7 può titolare così, vuol dire che questo strano acronimo sta diventando una parola familiare. Grazie al Nobel, e forse un pochino anche grazie a noi CRISPR-entusiasti.

P.S. la maglietta che indosso in foto è quella della campagna “Give CRISPR a chance” di Associazione Luca Coscioni e Science for Democracy.

Mini-organi editati per bloccare il coronavirus

Mini-modelli intestinali umani infettati da Sars-Cov2 (Credit: Joep Beumer/Hubrecht Institute)

Gli organoidi sono abbozzi di organi in miniatura ottenuti in laboratorio coltivando cellule staminali e indirizzandole ad assumere l’identità cellulare desiderata. Negli ultimi 10 anni sono stati prodotti in questo modo mini-cervelli, mini-intestini, mini-reni e via continuando. Questi modelli sono estremamente semplificati e hanno le dimensioni di una lenticchia, ma si sono già rivelati utili per la ricerca di base, soprattutto in campi come lo sviluppo embrionale e l’oncologia. Un progetto di ricerca particolarmente estroso sta studiando l’effetto di alcune varianti geniche neandertaliane sul funzionamento di mini-cervelli sapiens. Ma cosa ci si può fare in virologia?

Continua a leggere

Arigatò CRISPR: il Giappone regala pomodori editati

Fotogramma del video di presentazione dei pomodori editati ad alto contenuto di GABA

Le piantine della varietà Sicilian Rouge sviluppate da una piccola società di Tokyo vengono distribuite gratis ai coltivatori amatoriali. Grazie a un taglio mirato sul DNA producono una maggior quantità di un amminoacido utile contro l’ipertensione.

Il debutto di CRISPR in campo agrario sta avvenendo in modalità slow. Non in una grande farm a coltivazione intensiva degli Stati Uniti, ma negli orti fai-da-te del Sol Levante. Le prime plantule di pomodoro geneticamente editate hanno iniziato a lasciare la Sanatech Seed di Tokyo ai primi di maggio, per essere recapitate gratuitamente agli oltre cinquemila cittadini che ne hanno fatto richiesta online.

Continua a leggere

CRISPR book, la nuova edizione viola!

La rivoluzione continua e dovevo tornare a raccontarla. Per questo è nata la nuova edizione accresciuta del mio libro, aggiornata al 2021 con tutte le novità e le tendenze in atto nel vorticoso mondo dell’editing. La consacrazione del Nobel, lo scandalo cinese, il primo successo terapeutico, l’arrivo di nuove varianti di CRISPR, i risultati scientifici più eclatanti degli ultimi anni, il debutto cinematografico dell’editing genomico.

La profezia contenuta nel titolo ormai si è avverata: l’uomo ha creato l’uomo. Ma nel frattempo CRISPR ha creato tantissime nuove conoscenze. E non mi stancherò mai di sottolineare che due donne crearono CRISPR. Dal 13 maggio in poi, in libreria e negli store online, cercate la copertina viola della nuova edizione, al posto di quella azzurra. Buona lettura!

Da Nobel a Nobel

La vincitrice del Nobel per la chimica del 2018 Frances Arnold intervista la Nobel per la chimica 2020 Jennifer Doudna. Non perdetevi lo scambio sugli ostacoli incontrati dalle ragazze che decidono di fare le scienziate, a partire dal minuto 19.25, e soprattutto la risata di Doudna al minuto 22.05. Nel resto della loro chiacchierata si parla di etica, del futuro della ricerca, dell’importanza della “chimica” umana nelle collaborazioni, e anche di come si concilia la ricerca di base in un laboratorio accademico con l’avvio di start-up per sviluppare applicazioni utili. CRISPR è un frutto inaspettato della ricerca mossa dalla curiosità, non il risultato di una ricerca finalizzata alle applicazioni. Eppure vale ciò che ama ripetere Arnold: “Non è utile finché nessuno lo usa”.

CRISPR comics

Ha dato il via il celebre fumettista americano Randall Munroe, con una vignetta ironica sulle tipologie esistenti di articoli scientifici (Types of scientific paper). Diversi scienziati, tra cui il pioniere dell’editing Fyodor Urnov, si sono divertiti a riadattare il cartoon al proprio campo disciplinare. Qui vedete “Types of genome editing paper” e “Types of CRISPR paper”. Ma facendo una ricerca su Twitter ne troverete molti altri (Types of bioethics/chemical biology/plant science/…).