Se fossero mele CRISPR, le compreresti?

Tre mele resistenti alla ticchiolatura frutto del miglioramento genetico convenzionale all’Università di Bologna. Le ho ricevute ieri dal prof. Stefano Tartarini al convegno sulle TEA (le tecniche di evoluzione assistita), di cui fa parte CRISPR. Ho compilato il questionario di valutazione sulla rossa, la rosa e la rugginosa. L’ultima domanda è: la compreresti se fosse un frutto TEA? Ovvio che sì. Anche perché sono molto buone (la mia preferita è la terza, dall’aspetto bronzeo).

2 pensieri su “Se fossero mele CRISPR, le compreresti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...