L’editing alla conquista dei mitocondri

All’interno delle cellule, oltre al DNA nucleare, esiste il piccolissimo genoma dei mitocondri, gli organelli che sono le centrali energetiche delle cellule. Le mutazioni a carico del DNA mitocondriale possono generare malattie devastanti, come la neuropatia ottica ereditaria di Leber che causa perdita della vista, debolezza muscolare e problemi cardiaci.

Finora non era possibile correggere queste mutazioni, perché è difficile portare i componenti del sistema CRISPR dentro agli organelli che sono circondati da una membrana. Ora però Joseph Mougous e il suo team dell’Università di Washington hanno trovato un enzima, che con qualche trucco, riesce a effettuare l’editing mitocondriale. Si chiama DddA e la scoperta è avvenuta casualmente, all’interno di un progetto finalizzato ad altri obiettivi. La ricerca è stata pubblicata su Nature, e accompagnata da un articolo sull’importanza della ricerca di base.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...